TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

martedì 22 ottobre 2019

Ma So.Ri.Cal non è una Società in liquidazione?




Nonostante la SO.RI.CAL giuridicamente non esiste più, viene usata 

dalla Regione Calabria come braccio operativo

   Milioni di euro stanziati per un progetto che dovrebbe assicurare ai cittadini calabresi un servizio idrico adeguato e costante. Milioni di euro che però andrebbero nelle mani di una Società in liquidazione già dal lontano 2012.
Con il decreto dirigenziale del 17 settembre scorso la Regione ha assunto tutte le determinazioni:
- l’attività di ingegnerizzazione delle reti idriche di distribuzione urbana, inclusi i più rilevanti lavori di manutenzione straordinaria e gli interventi di riordino delle reti, funzionali al miglioramento della gestione del servizio di distribuzione idrica e concorrenti alla riduzione delle perdite;
- il censimento e gestione amministrativa delle utenze per giungere, così come prescrive la legge, alla bollettazione bimestrale attraverso misuratori elettronici.
Un progetto niente male se si pensa che va nella direzione del miglioramento del servizio idrico potabile di tutti i comuni calabresi.
Quello che invece suscita alcune perplessità è la decisione dell’Ente Regione Calabria, di affidare la gestione delle attività, utilizzando Sorical come braccio operativo per poter accelerare i tempi del progetto di ingegnerizzazione delle reti.
Come si fa a pensare di poter affidare a una Società, per giunta fallita e in liquidazione come Sorical che, è riuscita in breve tempo ha ridurre in uno stato veramente pietoso il patrimonio acquedottistico consegnato dalla Regione Calabria nel 2004 in uno stato di conservazione eccellente e con molte opere di nuova realizzazione.
Dal 2004 ad oggi la Sorical non solo non ha provveduto a mantenere in ottimo stato di conservazione le opere acquedottistiche di proprietà della Regione Calabria, ma è riuscita pure a prosciugare i propri fondi, alcuni dei quali destinati alla manutenzione e al miglioramento dello schema idrico calabrese.
Si faccia luce, soprattutto, sulla gestione degli anni in cui la società Sorical Spa è stata messa in liquidazione per capire se ci sono le garanzie e se legalmente una Società in liquidazione può assumere un incarico di tale portata economica. Non dimentichiamo che stiamo parlando di milioni di Euro di denaro pubblico che andrebbero nelle mani di chi ha ridotto il patrimonio acquedottistico calabrese in uno stato così tanto degradato da non essere più neanche riconoscibile da chi originariamente lo ha realizzato.

Nessun commento :

Posta un commento

Per ogni commento pubblicato, l'autore dello stesso commento si assume tutte le responsabilità civili e penali, nei confronti di terzi eventualmente offesi o danneggiati.