TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

lunedì 26 marzo 2018

Marra (M.A.P.) a Marziale: consiglio di fare rispettare le regole della società



I giovani raramente pagano il biglietto dei mezzi pubblici.

     Ci lamentiamo da anni che i giovani sui pullman e sui treni, in tantissimi (anche minorenni) non pagano il biglietto, facendo i furbetti. Di solito sono sempre d'accordo con gli interventi del Garante per l'infanzia Antonio Marziale, ma, questa volta sono completamente contrario alle sue affermazioni, in quanto, nella società civile ci sono delle regole e vanno rispettate dai più piccoli ai più grandi. Ci può stare una volta che dimentichi il biglietto o abbonamento a casa e in quel caso ti prendi la multa, ma se poi diventa abitudine, secondo me la discesa dall'autobus è un'ottima soluzione, cosi' quando lo studente arriverà a scuola in ritardo, la stessa  dovrà avvertire i genitori, che in questo periodo li vedo un po' distratti in merito all’educazione dei propri figli. Io stesso da padre sono considerato troppo rigido, ma la disciplina e l'educazione vengono prima di tutto; anche mia figlia di 14 anni mi dice che su l'autobus i suoi compagni difficilmente timbrano il biglietto e che ogni tanto si “beccano” una multa (giustamente applicata da parte dei controllori) ma la mia risposta è stata sempre  diretta e chiara : “se vuoi usare l'autobus pag, altrimenti vai a piedi a scuola”. Da non tralasciare che tanti genitori danno i soldi per comprare i biglietti e poi i figli li usano per fare tutt'altro. A questo punto date direttamente i biglietti!!  Le multe servono anche per il rispetto di chi timbra regolarmente tutti i giorni il biglietto contribuendo a sostenere in costi dei servizi. Non entro nel merito degli extra-comunitari minorenni e in quello dei nomadi che si ostinano a viaggiare senza biglietti. Ai quali la multa non fa' nessun effetto, in quanto, non verrà mai pagata. Quindi, l'unica soluzione è quella di fare scendere queste persone dai mezzi pubblici anche con l'intervento delle forze dell'ordine.
Queste sono le regole, e vanno rispettate da tutti se pretendiamo un futuro migliore.